Pagine

mercoledì 16 gennaio 2013

Appliqué 2^ puntanta

Eccoci qui, come promesso!!!
Ieri eravamo rimaste alla "velina termoadesiva", vi ho già spiegato a parole cos'è e a cosa serve, oggi con l'aiuto delle foto spero di chiarire meglio un punto fondamentale per fare un lavoro preciso.
 
Questi sono i cartamodelli della caffettiera e della tazzina
 
 

 
 
ora ve li faccio vedere "scomposti"
 
 
 
 
 
a questo punto GIRIAMO tutte le sagome così
 
 
 
 
ORA siamo pronte per disegnare le sagome sul RETRO delle stoffe che abbiamo scelto e sul lato della velina in cui c'è la CARTA.
Se non fate questa semplicissima operazione, quando andrete a ritagliare la stoffa (ad esempio del manico della caffettiera) il dritto di questa risulterà al contrario, cioè avrete il manico dove invece ci deve essere il beccuccio della caffettiera!!!
 
Ho messo anche la foto della velina (tipo LEGGERO) che uso io, è della Marbet e costa c.a. 1,80 euro (dipende da merceria a merceria).
 
Adesso passiamo alla realizzazione delle presine, purtroppo qui non potrò mettervi le misure esatte, perchè le ho vendute e a suo tempo non le avevo scritte...quindi andrò ad "occhio"!!!
 
 
CAFFETTIERA
 
  
 
Tagliamo un rettangolo di stoffa, per il TOP, di c.a. 28 cm di H e 23 cm di L
e un altro con le stesse misure per il RETRO del top, in questo caso ho usato del feltro marrone scuro.
La sagoma della caffettiera è di 21 cm x 15 cm quindi, tenendo conto ache del cm di margine, direi che ci siamo...ora riportiamo con la matita o la penna EVANESCENTE sul retro delle varie stoffe e sulla carta della velina le sagome girate al contrario, ritagliamo e con il ferro da stiro le "incolliamo" al top, questo si fà perchè anche se laviamo il lavoro sarà più difficile che si stacchi qualcosa e inoltre rende più agevole il ricamo.
Fatto questo passiamo, appunto, al ricamo...per tutta la caffettiera compresi manico, beccuccio, pomolo, linee curve e linea del coperchio ho usato il punto FESTONE, per le linee interne ho usato il punto SPINO, se non siete capaci a farli, su YOU TUBE trovate tantissimi tutorials molto chiari, magari in un'altra occasione vi farò vedere come li faccio io.
 
Finito il ricamo, mettiamo i due rettangoli (questo e il retro) dritto contro dritto, cioè la caffettiera deve rimanere all'interno e aggiungiamo il rettangolo di imbottitura piatta, (sempre un pochino più grande di qualche mm.) inseriamo un cordino con un nodo, che deve rimanere all'esterno del lavoro e fra il TOP e il RETRO, spilliamo tutto intorno lasciando un'apertura di qualche cm per risvoltare e cuciamo a macchina, lasciando 1 cm di margine.Una volta risvoltato il lavoro chiudiamo con piccoli punti nascosti e decoriamo a piacere!!!
 
TAZZINA
 
 
 
 
Le misure della tazzina sono: 12 cm H e 14 cm L (del piattino).
L'esecuzione del lavoro è identico a quello della caffettiera, l'unica DIFFERENZA sta nell'interno della tazzina, per fare in modo che sembri ci sia veramente il caffè, ritagliate PRIMA una stoffa chiara in tinta unita e POI sopra "incollate" e ricamate la parte scura del "caffè", se volete, aggiungete un cuoricino, come fanno i baristi quando ci preparano il caffè vero;))))))
 
Mi sembra di avervi detto tutto se mi sono dimenticata qualcosa, ve lo scrivo nel prossimo post!!!!!!!!
 
Un abbraccione e GRAZIE per i vostri bellissimi commenti!!!!!!!!!
 
MARA!
 

13 commenti:

  1. Ciao Mara,
    che belle spiegazioni, mi hai fatto venir voglia di fare l'Appliquè.
    Ti ringrazio per i bei complimenti che mi hai scritto, anche la Cate ringrazia. Hai ragione il detto del calzolaio vale molto anche per me, ci sono un sacco di cose in casa che non ho ancora fatto.
    Un carissimo saluto,
    Marina

    RispondiElimina
  2. Grazie per essere anche tu mia follower,continuo a seguire questo tuo bellissimo tutorial!!!
    Un bacio, Nicoletta

    RispondiElimina
  3. Ciao Mara , ti ho trovata per caso , cercavo questa spiegazione grazie mille!!
    Devo solo trovare la velina!
    Ti seguirò, bellissimo blog a presto!
    Anna

    RispondiElimina
  4. carinissimi!
    se ti va passa a trovarmi:http://viviconvivi.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. Bellissime le tue opere d'arte!!!
    già, perchè "presine" sarebbe un termine troppo riduttivo per un lavoro di questa fattura!!!
    Complimenti...
    un bacione!

    RispondiElimina
  6. ciao sono Titty,
    approdo sul tuo blog grazie all'iniziativa di Kreattiva...complimenti per i tuoi deliziosi lavori!
    mi unisco ai tuoi followers.
    a presto.

    RispondiElimina
  7. Ciao Mara ,grazie sei gentilissima!!
    Per i lettori devi scendere un pò a destra!!
    Buon w.e.
    baci ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, blogger ogni tanto si blocca, per esempio io non riesco a commentare un blog dove scrivevo sempre ,glielo ho anche detto e non sono solo io ad avere questo problema.. boh non so dirti,se vuoi ogni tanto riprova ma non fa nulla non è importante ^_^
      Buon inizio settimana
      Anna

      Elimina
  8. Bellissimo blog, sei molto brava, sono molto interessanti i tuoi lavori e i tuoi tutorial, da oggi ti seguirò
    a presto
    Emi

    RispondiElimina
  9. Bello il tuo blog, bei lavori e ottime spiegazioni
    A presto
    Elena

    RispondiElimina
  10. Ciao Mara ho scoperto per caso il tuo blog, perche' volevo realizzare delle presine, le tue sono davvero bellissime, ma non credo che saro' capace di farle cosi', prendero' pero' spunto per qualche idea!!!Complimenti hai un blog splendido e sei bravissima!!!Un abbraccio a presto!!!

    RispondiElimina
  11. Utilissima la tua spiegazione...soprattutto per un frana come me!!! :)

    Nel mio blog c'è un premio per te!!! ;)

    RispondiElimina
  12. Spero di fare delle appliqués più decenti dopo le tue spiegazioni. Io sono una capa tosta e se non vedo eseguire i lavori, difficilmente poi ci riesco. Comunque ci proverò. Ma il punto festone si deve fare a mano? Io non so farlo e sulla mia singer purtroppo non c'è. Mi dicono che si può ovviare con lo zig zag ma non mi sembra ugualmente bello!
    Ti ringrazio e ti saluto.
    Anna Maria

    RispondiElimina